I tuoi pantaloni sono la cosa più morbida e accogliente che io abbia mai indossato. Mi sembra di essere in paradiso. Giuro che non li toglierò mai più. Sono così morbidi, davvero.
Mi sento a casa quando li ho su, come se tu fossi sempre con me.

"

Guardo il cielo azzurro dalla finestra,
improvvisamente i miei arti si muovono da soli e mi ritrovo in piedi sul davanzale, sotto di me c’è il vuoto.
Fletto le gambe e mi butto.
Sento il vento sui capelli, l’adrenalina mi scorre in tutto il corpo.
Dicono che quando stai per morire rivedi la tua vita come se fosse un film, ma io non vedo niente, precipito e basta.
E’ la prima volta in assoluto che mi sento così libera.
Sento la mia anima che ride, felice, e ulula come un animale selvatico, pronta a balzare fuori dal mio corpo.

E poi arriva il terreno.

L’impatto è fortissimo, sento le ossa che si sbriciolano sul marciapiede, il mio corpo che si devasta.
Non so se sto morendo, mi si annebbia la vista.
Intorno a me c’è una pozza di sangue, ho sbattuto la testa.
Vedo rosso, mentre io inizio a tremare in preda alle convulsioni, il mio cervello esplode per il dolore.
Non riesco a parlare, ma non importa, non voglio chiamare aiuto,
non voglio essere salvata.

"
- fildefier